Nell’era moderna le automobili, le motociclette ed i veicoli industriali fondano la quasi totalità del proprio funzionamento su componentistica elettronica e sofisticati software. I veicoli sono equipaggiati con sistemi antibloccaggio dei freni (ABS), antisbandata e antiribaltamento (ESP), antipattinamento (ASR), airbag, dispositivi di recupero energia in frenata, radar, ect.

Ognuno di questi sistemi è controllato da una centralina elettronica che interagisce con tutti gli altri sistemi del veicolo e tutti interagiscono con il sistema di gestione motore, l’iniezione elettronica, che utilizza un’unità di comando elettronica denominata ECU (Engine Control Unit). Fino ad una quindicina di anni fa la ECU riceveva i segnali motore (sensori, comando acceleratore, ect.), e nelle vetture più sofisticate, i segnali provenienti dai sensori del sistema di antipattinamento. In questi sistemi il segnale dell’acceleratore era trasmesso tramite un cavo e le informazioni gestite dall’Unità di Controllo Motore erano relativamente poche.

Negli anni novanta, poi, cominciarono a vedersi le prime autovetture equipaggiate con motori diesel gestite da iniezioni elettroniche. Nel 1997 la svolta: Iniziò la produzione in campo automobilistico del sistema “Common Rail” con l’immissione sul mercato dell’ Alfa Romeo 156 JTD, anche se la pre-industrializzazione del sistema “Common Rail” ad iniezione diretta fu sviluppato agli inizi degli anni ’30, del secolo scorso, dai ricercatori del Politecnico di Zurigo.

Parallelamente il gruppo Vw-Audi sviluppava il sistema “iniettore pompa”. Gli anni novanta, quindi, videro la svolta nell’evoluzione dei sistemi d’iniezione per veicoli. Infatti, negli scorsi 15 anni abbiamo assistito ad un’evoluzione repentina di questi sistemi, che gestiscono un numero sempre maggiore di informazioni. Le case costruttrici hanno sviluppato, anche per i motori a ciclo otto, sistemi di gestione motore ad Iniezione diretta.

La ECU, sia che gestisca un motore diesel oppure uno a ciclo otto, invia “comandi” al motore dopo aver considerato un’infinità di informazioni provenienti da tutti i sistemi e i sensori presenti in vettura. A seconda delle informazioni ricevute la ECU utilizza determinate informazioni, piuttosto che altre, contenute nella parte di Software denominata in gergo “mappatura”. “Mappatura”, in informatica, si intende il processo che identifica la locazione delle tabelle all’interno di un database. Questo database di solito si può trovare all’interno della “Eprom/EEprom”, oppure all’interno del Microprocessore della stessa ECU. Il software contenuto nella Eprom/Eprom contiene al suo interno i valori di tutti i sensori nonché i valori di mappatura di iniezione e di accensione, ect.

Nel database delle ECU moderne possiamo trovare più di una mappatura relativa all’iniezione, accensione, pressione turbo, pressione Rail e quant’altro. Così che possiamo trovarci di fronte a dieci o quindici mappature di anticipo ed iniezione, di pressione del turbo ect. La ECU non utilizza tutte queste mappature ma solo una parte. A seconda della condizione di utilizzo e del paese in cui viene venduta la vettura si avvale di alcune “Mappature” piuttosto che altre. Alcuni altri parametri che influenzano la mappatura utilizzata possono essere:

- La temperatura esterna
- La temperatura del motore
- La temperatura dei gas di scarico
- La pressione Atmosferica e Barometrica
- Il tipo di combustibile utilizzato
- La condizione di carico motore
- Informazioni provenienti dai sistemi di bordo quali ASR, ESP, ect
- Pulizia dei sistemi antinquinamento (FAP)



TAG ELECTRONIC - IL LEADER PER LA RIMAPPATURA DELLA TUA CENTRALINA

HOME | CHI SIAMO | LISTINO | TECNICA | PRODOTTI E SERVIZI | AUTOMOTIVE | VEICOLI COMMERCIALI | AGRICOLTURA | LINKS | CONTATTI | LAVORA CON NOI | ECO BY TAG
© Copyright 2014, TAG ELECTRONIC - Created by Internet Diffusion